Moduli-Rinnovi RSU/RLS - Fim-Cisl Asse del Po

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Moduli-Rinnovi RSU/RLS

Comunicazione



Accordo Rappresentanza CGIL-CISL-UIL e Confindustria





E’ stato firmato nella serata del 10 gennaio u.s. l’Accordo Interconfederale tra CGIL CISL UIL e Confindustria in merito al Testo Unico sulla rappresentanza.
L’accordo recepisce e da attuazione ai contenuti dell’ Accordo del 28/6/2011, del Protocollo del 31/5/2013 ed aggiorna i contenuti dell’Accordo sulle RSU del 20/12/1993.
Tutte le regole relative alla rappresentanza ed alla validazione ed esigibilità dei contratti nazionali e di secondo livello sono contenute all’interno del Testo Unico che rappresenta un risultato di straordinaria importanza per l’esercizio dell’attività sindacale e lo svolgimento della contrattazione.
Un impianto di regole chiaro, condiviso e vincolante è indispensabile per rendere credibile e affidabile un sistema di relazioni industriali capace di dare certezze sulla validazione e l’applicabilità dei contratti e degli accordi a tutti i livelli.
Il Testo Unico sulla rappresentanza costituisce, in questo senso, un riferimento propedeutico per favorire l’evoluzione del sistema di relazioni del nostro paese in una direzione che può essere di riferimento anche a livello europeo.
L’accordo sul Testo Unico pone anche sotto una nuova luce il dibattito sull’opportunità di un intervento legislativo sulla rappresentanza.
L’Accordo costituisce, infatti, un punto di riferimento autorevole sia rispetto alla rappresentatività dei soggetti firmatari sia per completezza ed organicità di fondamenti
normativi; esso quindi rappresenta un modello a cui riferire – con gli opportuni adattamenti – ulteriori accordi con le altre organizzazioni imprenditoriali di altri settori.
Il fondamento principale per la regolazione dei rapporti di lavoro, per la validazione dei contratti collettivi ai vari livelli e per la certificazione della rappresentanza e rappresentatività trova la propria sede più naturale ed efficace nell’ambito dell’autonoma capacità di definizione delle parti sociali.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu